Soci da ricordare

Fausto Giannubilo (+2012)

Indimenticabile e indimenticato primo DIRETTORE ARTISTICO della Ciurma e FONDATORE. Fausto Giannubilo, oltre ad essere il più grande professionista che la Ciurma abbia avuto, è stato la persona carina, umana, socievole, capace di dare all’Associazione l’idea di fare dell’arte e del teatro un’occasione per fare gruppo, conoscere, incontrare, cercare una famiglia. Negli anni in cui è stato nella Ciurma si sono visti un numero impressionante di spettacoli. Ancora siamo lontani dall’eguagliare il numero delle esperienze teatrali sotto la sua regia. Lasciò la Ciurma dal momento che si puntò il timone eccessivamente, a sua detta, verso l’ambito del territorio e il dialogo con le Istituzioni adibite ai servizi verso le persone, ma certamente senza di lui non sarebbe mai stato possibile dare il messaggio a tutti e particolarmente ai professionisti dell’arte e del teatro che la recitazione è per prima cosa amore verso la gente (pubblico) e verso gli amici (i compagni e la compagnia).










Mario Castellano (+2015)

Mario è stato il Segretario per eccellenza, sempre lo sarà per l’esempio di attenzione, dedizione, semplicità. Ma soprattutto Mario rimane il papà della Ciurma, la persona d’esperienza di vita e di mestiere amministrativo senza la quale non si sarebbe potuto fare alcunché dal punto di vista organizzativo. Cardine dell’associazione per quasi un decennio Mario ha saputo mantenere il gruppo, dargli sicurezza, districare i problemi e risanare i rapporti tesi. Grande lavoratore e pregevole attore amatoriale è stato le spalle della Ciurma accompagnandola in tutti i passaggi chiave fino ai sopralluoghi per il Centro Socio Pedagogico e i primi lavori. La sua scomparsa e la sua mancanza ha lasciato un vuoto affettivo enorme ma soprattutto un faro, un segno indelebile fatto di costanza, pazienza, lungimiranza, umiltà.











Rinaldo Goddi (+2016)

Creativo e allegro Rinaldo ha portato avanti nella Ciurma le sue passioni. Ha scritto una rubrica sul Diario di Bordo cartaceo (Giochi di Ruolo), ha preso l’investitura come Capo Scout di Strada (della Partenza) ‘Aquile Randagie’ tra i primi nel ricordo della sua indimenticabile esperienza al Roma 12 in San Nicola di Bari. Il suo Totem ‘Corvo Creativo rYs’. Ha partecipato a diverse uscite del gruppetto di Capi Scout e grazie a lui c’è stato l’aggancio dei bambini rom e delle loro famiglie per il progetto PACIS e la distribuzione del Diario di Bordo sul Territorio. Allontanatori dalla Ciurma per seguire il Servizio Scout nel Gruppo Scout Guido Marongiu, sorto grazie al Progetto Pacis, primo gruppo aperto a tutte le religioni, ha dovuto interrompere per l’aggravarsi della malattia. Ma fino all’ultimo in Rinaldo c’è stata la volgia di ‘Servire’. Poche settimane prima del ricorvero che lo avrebbe portato al calvario della morte Rinaldo progettava con la Ciurma una Radio Web di satira sociale e politica ‘MESSAGE IN THE BOTTLE’. Un grande amico e un esempio di coraggio per noi tutti: il suo messaggio e il suo testimone ci parlano di relazione semplice con tutti sui Territori nel segno della simpatica condivisione grazie anche all’umiltà di un sorriso.










Aurora salto (+2020)

cittadina emerita da sempre impegnata nel sociale e nel volontariato, attrice teatrale, terza presidente della Ciurma associazione dal 2013 al 2016. Cresciuta con lo spirito scout, di cui divenne capo, per diversi anni con il nome scout di “Tartatuga Canterina rYs”, Aurora era diventata maestra per poi dedicarsi però soprattutto al suo ruolo materno. 

Una donna forte – tanto che “si vantava con orgoglio di essere stata una delle prime donne con la patente di guida” – punto di riferimento costante per i suoi figli Giulio, Dora e Paolo, che ne hanno dato stamattina il triste annuncio. Volontaria animalista, si presentò anche alle elezioni come Consigliera dei Verdi. Durante la sua Presidenza alla Ciurma fu lei a trainare per il primo periodo le associazioni e la consulta municipale per l’istituzione della Spiaggia Pubblica per i cani e gli amici a quattro zampe sul X Municipio di Roma. Le sue passioni, sia quella artistica, sia quella dell’impegno civico politico Aurora le ha trasmesse ai suoi figli e ai suoi nipoti. Come attrice è impossibile non ricordarla poi nei suoi celebri I Boulingrin dell’autore Courteline, con il suo personale adattamento dalla lingua originale e la partecipazione del suo grande amore della vita Mario Castellano che è venuto a mancare solo qualche anno fa. E ancora nel Il Tribunale con la regia di Marcella Iannini e L’Anniversario rappresentato al Teatro Dafne. In queste spettacoli Aurora e Mario raccoglievano parte dell’incasso per la beneficenza per le colonie feline insieme anche all‘associazione Gatti Uniti.


“Ricordo – ci racconta un attore – che la stessa sera dello spettacolo in beneficenza per i gatti delle colonie, riaccompagnando Aurora e Mario a casa, trovammo di fronte al loro cancello uno scatolone. Ebbene trovammo una decina di gattini cuccioli che evidentemente qualcuno aveva lasciato li sapendo che Aurora ne avrebbe avuto cura. E lo fece. – Conclude l’attore della ciurma – Oggi ho ancora un paio di quei gattini della cucciolata a casa e mi ricorderanno sempre il grande cuore di Aurora che sapeva essere molto severa con le persone dal comportamento poco civico ma era una nonnina premurosa per coloro che sapevano accostarsi a lei bisognosi davvero di Amore.” Aurora rimarrà nei cuori e lanciamo la proposta al Municipio di dedicare a lei un luogo che abbia come tema appunto gli Animali, i suoi gatti o i suoi cani. Siamo certi che così la sua memoria sarà presente e tutta la città sarà ancora più civile e sociale come lei desiderava".

ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE LA CIURMA

Presidente Sara Pitacco

Piazza Giovanni Battista Bottero 2 - 00122 Ostia (Roma) Tel.: 0656569962 - 3472324801 (Orario di Segreteria: Primo e Terzo Lunedì dalle 18 alle 20

Whatsapp: 3475792116 - email: laciurma@gmail.com

CENTRO SOCIO PEDAGOGICO - Seminterrato Pal. A Scuola Segurana - I.C. “Via Mar dei Caraibi”